Ci sono fasi della nostra vita in cui possiamo avvertire un senso di disagio che non ci permette  di utilizzare al meglio le nostre risorse.

Spesso è un sintomo a darci la misura di quanto non riusciamo più a reggere emotivamente  uno stato di cose. Ansia generalizzata, fobie, attacchi di panico, ossessioni, forte irritabilità, depressione, tensione, confusione, disturbi del comportamento alimentare ed altre manifestazioni di disagio e sofferenza rappresentano solo la punta di un iceberg.  Esso va, quindi, accolto e tenuto in giusta considerazione, facendo in modo che apra la strada alla scoperta del resto dell’iceberg: il sintomo, infatti, ha sempre da svelare qualcosa di prezioso su di noi, sul nostro modo di comunicare,  sul modo di vivere le relazioni e sul momento della vita che stiamo attraversando. E, proprio in questo senso, può rappresentare una proficua occasione per avviare un cambiamento e per rimettere in moto quella spinta evolutiva propria dell’essere umano in particolare e della vita più in generale.

E’ importante dunque non perdere il “momento giusto,” per fare sì che una battuta d’arresto, un blocco, una crisi possano diventare occasioni per avviare un autentico cambiamento.

Come ci ricorda l’etimologia del termine, la Psicoterapia è un trattamento di cura del disagio psicologico (letteralmente “cura dell’anima”) e lo Psicoterapeuta  è un professionista, laureato in medicina o psicologia, che dopo abilitazione ed esame di stato, ha frequentato  una scuola di specializzazione riconosciuta (quadriennale o quinquennale) e può quindi effettuare trattamenti psicoterapeutici.

Il  modello di intervento che utilizziamo presso il nostro Centro è quello sistemico, basato sulla ricerca e sull’armonizzazione delle connessioni tra mondo interno dell’individuo ed i principali contesti relazionali di vita (primo fra tutti la famiglia). Il lavoro attento sui vissuti portati in terapia e sugli obiettivi che la persona desidera raggiungere nella propria vita genera la giusta alleanza tra terapeuta e paziente; alleanza che permette di attivare, sviluppare ed orientare  le  risorse. Questo deve accadere all’interno di una relazione terapeutica basata su valori quali la chiarezza, l’autenticità, il coraggio e l’onestà, in modo che essa possa rappresentare un modello di relazione capace di sostenere una vita più autentica, responsabile e creativa.

Nel Centro lavoriamo secondo tre diverse modalità terapeutiche:

1) Quando il disagio è manifestato da un bambino o da un adolescente  (fobia scolare, iperattività, enuresi, disturbi dell’alimentazione, sintomi ossessivi, etc.) è opportuno  lavorare con tutta la famiglia per comprendere cosa il bambino o l’adolescente,  attraverso il suo sintomo, voglia comunicare alla famiglia intera e per attivare nel sistema familiare le risorse necessarie ad affrontare la crisi.  In questo caso parliamo di  psicoterapia familiare.

2) Quando il disagio è manifestato dalla coppia, sia per quanto riguarda problemi coniugali, sia per quanto riguarda problemi nella gestione della genitorialità, lavoriamo in terapia di coppia.

3) Quando il disagio è manifestato da un adulto siamo soliti lavorare in psicoterapia individuale.

 

Quali risultati aspettarsi dalla psicoterapia? Nei diversi setting presentati la psicoterapia ha come obiettivo fondamentale, al di là del tipo di sintomo o delle diverse manifestazioni della crisi, quello di stimolare una maggiore consapevolezza di sé ed una crescita sui piani affettivi, comunicativi e relazionali che tende a restituire al paziente, alla coppia o alla famiglia un senso di fiducia, di tranquillità e di responsabilità  e nuove possibilità di immaginare il futuro.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *